Dopo 22 anni dal suo ultimo restauro, il Simulacro di Gesù Morto custodito nella chiesa di Santa Maria del Carmine di Talsano e portato a spalla il Venerdì Santo per la tradizionale processione dei Sacri Misteri, viene riportato alle origini con un restauro profondo, professionale, curato e difficile.

Divenuto possibile grazie al contributo della Confraternita ma anche della Comunità Talsanese, attraverso delle donazioni libere.

L'idea è nata a Gennaio 2018 ed ha visto il suo compimento a marzo s. a.

(Qui sotto la storyboard del simulacro)

Davvero tante sono le modifiche apportate durante questo restauro.

Incantevole il fatto che, i lavori, sono stati effettuati nello stesso laboratorio nel quale è nato, precisamente parliamo della "Bottega Gallucci di Stella Ciardo", a Lecce. La famiglia è sempre la stessa. Da generazioni si tramandano questa arte, un dono che si rinnova sempre, come ha ammesso la stessa restauratrice:

"è un emozione per me eseguire questi lavori, perché questo Gesù Morto è stato creato da mio Nonno..."

Ma, più che raccontare a parole, vogliamo raccontare con le foto.

Confraternita di Santa Maria del Carmine

Corso Vittorio Emanuele II, 130 | Talsano - Taranto | carmine.talsano@confraternite.taranto.it

© 2015 ~ Creato da Giuseppe Di Dio.  Tutti i Diritti sono Riservati.